Il Fischio Musicale

Ideato e tenuto da Tommaso Novi.

Son lo Spirito che nega
Sempre, tutto; l’astro, il fior.
Il mio ghigno e la mia bega
Turban gli ozi al Crëator.
Voglio il Nulla e del Creato
la ruina universal.
Parte son d’una latèbra
Del gran Tutto: Oscurità.
Son figliuol della Tenèbra
Che Tenèbra tornerà.
Rido e avvento – questa sillaba:
“No.”
Struggo, tento,
Ruggo, sibilo.
“No.”
Mordo, invischio,
Fischio! Fischio! Fischio!

Dalla lettura finale di “Mefistofele”(Arrigo Boito 1868)

“Siamo solitamente propensi a considerare il gesto di un fischiatore come qualcosa di buffo, comico, che in qualche modo abbia a che fare con aspetti burleschi, circensi e talvolta perfino magici.

Il fischio umano è, ancor prima di tutto ciò, vibrazione dell’aria (messa in turbolenza dalla spinta diaframmatica) sulle nostre labbra, pura produzione di suono; suono musicalmente controllabile, duttile come pochi altri e, come tale, degno di manifestare tutte le caratteristiche di uno strumento musicale. Sebbene nella storia universale della musica, per motivi fisiologici così come culturali, non abbia mai raggiunto una sua “fortuna” artistica, il fischio musicale può e deve essere trattato alla stregua di altri strumenti musicali.

Forte di queste convinzioni ho creato un percorso didattico su tre livelli per l’apprendimento di questa disciplina, un corso musicale a tutti gli effetti per chi si avvicina per la prima volta alla pratica dell’art whistling e per chi, già in grado di fischiare “musicalmente”, voglia approfondirne più aspetti perfezionandone la pratica in un percorso musicale a 360 gradi, dalla lettura di uno spartito barocco all’improvvisazione in contesti jazzistici.”